Cerca

My little poetry by Cresy Crescenza

RESPIRO L'ANIMA

GIUSEPPE UNGARETTI

PUGLIA DA AMARE Quotidiano d'informazione

14731122_1441436249217284_1607869435088552785_n

Puglia da amare Quotidiano d’informazione

GIUSEPPE UNGARETTI

OGGI RICORDIAMO Giuseppe Ungaretti

(Alessandria d’Egitto, 8 febbraio 1888 – Milano, 1º giugno 1970)
poeta, scrittore e traduttore italiano.


 L'immagine può contenere: 1 persona, barba e sMS


Giuseppe Ungaretti - SoldatiSi sta come
d’autunno
sugli alberi
le foglie.
(Bosco di Courton luglio 1918)


L'immagine può contenere: una o più persone e sMS

 


San Martino del Carso

Di queste case
non è rimasto
che qualche
brandello di muro
 
Di tanti
che mi corrispondevano
non è rimasto
neppure tanto
 
Ma nel cuore
nessuna croce manca
 
E' il mio cuore
il paese più straziato

Giuseppe Ungaretti

Giuseppe Ungaretti rielabora in modo molto originale il messaggio formale dei simbolisti, coniugandolo con l’esperienza atroce del male e della morte nella guerra. Al desiderio di fraternità nel dolore si associa la volontà di ricercare una nuova “armonia” con il cosmo che culmina nella citata poesia Mattina. Questo spirito mistico-religioso si evolverà nella conversione in Sentimento del Tempo e nelle opere successive.

Crescenza Caradonna

View original post

AMARA TERRA MIA

PUGLIA DA AMARE Quotidiano d'informazione

“Amaraterramia”


Così ritorno a te

ritorno nella terra, mia madre,

così ritorno a germogliare
sono un fiore

sono un bocciolo

sono grano

sono il ritorno all’amata terra mia

solco tra i semi arati dalle callose mani del contadino

sono pane

sono vita
vita vita vita mia

per te cara amara terra.

2015@Crescenza Caradonna


View original post

POESIE INEDITE di Crescenza Caradonna

“È respiro”Poesia di Crescenza Caradonna Voce recitante dell’attore Franco Picchini

Mostra collettiva PITTURA SCULTURA FOTOGRAFIA “DONNE nel Prometeo Festival”

PUGLIA DA AMARE Quotidiano d'informazione


14731122_1441436249217284_1607869435088552785_n

Puglia da amare Quotidiano d’informazione 


 Mostra collettiva
PITTURA SCULTURA FOTOGRAFIA

“DONNE nel Prometeo Festival”
http://wp.me/p83ry9-5QZ

Nessun testo alternativo automatico disponibile.BREVE VIDEO DIRETTA DI PRESENTAZIONE MOSTRA
a cura di CresyCrescenza Caradonna

DONNE e PROMETEO FESTIVAL

Quattro percorsi espositivi che analizzano la figura della donna attraverso scultura, pittura, fotografia

Cittadella della Cultura
ARCHIVIO DI STATO
Via P. Oreste, 45
– BARI –


Alcune immagini della mostra

L'immagine può contenere: spazio al chiuso

L'immagine può contenere: persone in piedi, pianta e spazio al chiusoL'immagine può contenere: 1 persona, pianta e spazio all'aperto

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

L'immagine può contenere: spazio al chiusoL'immagine può contenere: campo da basket e spazio al chiusoL'immagine può contenere: 1 persona, schermo e spazio al chiusoL'immagine può contenere: spazio al chiusoL'immagine può contenere: una o più persone, persone sedute, salotto, scarpe e spazio al chiusoL'immagine può contenere: spazio al chiuso


Venerdì, 10 Marzo 2017
Puglia da amare Quotidiano d’informazione
#notizie
#pugliadaamare
#crescenzacaradonna
© RIPRODUZIONE RISERVATA14657391_1420509134643329_7173136876532228085_n

View original post

‘A come Amore’ Libro di poesie di Crescenza Caradonna

SAN VALENTINO

PUGLIA DA AMARE Quotidiano d'informazione

14731122_1441436249217284_1607869435088552785_nPuglia da amare Quotidiano d’informazione di

Crescenza Caradonna

download GRAFICA DI C.C.


L’amore planetario

È sempre bello festeggiare l’amore specialmente in questo momento particolare in cui si strumentalizza la parola per commettere omicidi in nome di esso.
L’amore inteso come un sentimento planetario che prende cuore e anima senza chiedere ma pronto a dare senza nulla a pretendere, l’amore con la “A” maiuscola nel quale è racchiusa la linfa dell’uomo.

‘Dolce amaro’

Amore
serrato in una bugia
è amaro

amore
di un bambino cullato tra le braccia
è dolce

amore
è tutto ciò che cambia il mondo
racchiuso in un piccolo cuore.
http://wp.me/p28N8b-15a
http://wp.me/p2pBfG-So
di CresyCrescenza Caradonna

Lo staff di Puglia da amare augura a tutti gli innamorati:
Buona festa di San Valentino!


View original post

“Odio e Speranza”

PUGLIA DA AMARE Quotidiano d'informazione

Puglia da amare Quotidiano d’informazione1621381961-650x320
IL BUONGIORNO di Crescenza Caradonna


“Odio e Speranza”

Un bivio tra odio e speranza è questo che l’umanità va incontro gli ultimi fatti di cronaca parlano chiaro fanno rabbrividire per la crudeltà degli attentati, per le guerre e per il coinvolgimento di bambini, donne ed anziani innocenti.
Un cambio d’epoca generazionale che porta ad uno smarrimento sociale di paura verso un futuro incerto  specialmente in quei luoghi dove la violenza è cieca e brutale martoriati da guerre che portano solo sofferenza e miseria.

“Odio e Speranza”
(Poesia sociale)

Un mondo di pace ricamato nelle parole
è tempo di germogli
bivio scia di speranza
nei segni quotidiani,

l’odio brucia la pelle
muta scenari storie destini
respiro l’intreccio dei misfatti
squilibrio sociale cancrena dei sentimenti;

odio e poi speranza,
strumento d’amore che scalda l’anima
nel vortice dell’umanità,

è la via che riporta alle radici
virtuose dell’uomo di…

View original post 25 altre parole

IL DIARIO DI ANNA FRANK

PUGLIA DA AMARE Quotidiano d'informazione


14731122_1441436249217284_1607869435088552785_na cura di Crescenza Caradonna



IL DIARIO DI ANNA FRANK

 AnneFrankstatue.jpg

« …È un gran miracolo che io non abbia rinunciato a tutte le mie speranze perché esse sembrano assurde e inattuabili. Le conservo ancora, nonostante tutto, perché continuo a credere nell’intima bontà dell’uomo che può sempre emergere… »
(Dal Diario di Anna Frank)

Anne Frank è una ragazzina ebrea che durante la Seconda Guerra Mondiale è costretta a nascondersi per sfuggire ai nazisti. Insieme ad altri sette compagni vive in clandestinità nella casa sul retro in Prinsengracht 263 ad Amsterdam.

Dopo più di due anni questi clandestini vengono scoperti e deportati nei campi di concentramento. Il padre di Anne, Otto Frank, è l’unico degli otto inquilini dell’Alloggio segreto a sopravvivere.

Il diario che Anne ha scritto durante il periodo trascorso in clandestinità la renderà famosa in tutto il mondo.


La famiglia Frank si nasconde il 6 luglio 1942, dopo…

View original post 499 altre parole

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: