Perché la vita scorre
e senza che te ne rendi conto sei già al capolinea!
Cresy Crescenza Caradonna

PER RIFLETTERE


 

“Quel filo di pietre”

Nelle ombre senza risposta
l’età avanza come febbre fredda
c’è un tintinnio di campane nell’aria
echeggia a festa
una falce, dal drappo intinto nell’inchiostro, sventola…

nomi confusi
memorie senza più tempo né spazio
galleggiano… libere viaggiatrici nel pallido corpo

è l’età che fissa nel vento gli anni
colpisce le membra ne salva l’anima per sempre viva,

brucia nel chiarore
oggi, or più di ieri,
tutti uguali davanti all’infinito

siamo acini di vigna
siamo terra silente,

trabocca di canto l’ode mia per quel ridere e piangere
sull’ultimo giardino fiorito dimora perpetua
nel ripensare al quel filo di pietre
lì posate
dove una dolce preghiera s’alza memore di eternità.@
Inedita2015 #poesia #cresycrescenza
Di Cresy Crescenza Caradonna

Annunci