Una conchiglia

Alzo gli occhi
miro il tuo sorriso

tra le mani stringi l’amore
in fondo all’anima ti cullo,

una conchiglia all’orecchio
ascolto il rumore del mare
eco perlaceo di ricordi
segreti serrati di te… di noi,

onde si infrangono
tumultuose sulle rocce
ti respiro

danza la brezza questa notte intorno al fuoco
tra i rossi di un tramonto chiamato amore.@

 

Crescenza Caradonna

28 marzo 2012 @ 

©Copyright
Pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l’autorizzazione dell’Autore.
Annunci